GLI AMBASCIATORI DEL GUSTO PER LET’S EAT – EUROPEAN AUTHENTIC TASTE

Dopo il forte successo della prima edizione, con oltre 10.000 persone raggiunte, l’Associazione Italiana Ambasciatori del Gusto (AdG) conferma la partecipazione alle “Restaurant weeks” promosse dall’Istituto Valorizzazione Salumi Italiani (IVSI) e da ASIAC – l’Associazione formata dalle otto più grandi organizzazioni di produttori di frutta greca.

Dal 28 novembre al 18 dicembre in 10 tra ristoranti e pizzerie AdG in tutta Italia si potranno assaggiare i salumi italiani e la frutta elaborati in piatti unici proprio dagli Ambasciatori del Gusto. L’iniziativa è realizzata all’interno del progetto Let’s EAT – European Authentic Taste.

I consumatori che siederanno alle tavole dei ristoranti aderenti riceveranno in omaggio, per tutta la durata della promozione, una gustosa foodie bag contenente alcuni dei prodotti protagonisti della campagna, un energico mix di salumi e frutta, e l’esclusivo Album Panini con i protagonisti 4 Ambassador scelti come testimonial di Let’s EAT: Carlo Cracco (Ambasciatore del Gusto, chef e personaggio televisivo), Matteo Eydallin (Campione del Mondo di Sci Alpinismo), Paola Fraschini (Campione del Mondo nel pattinaggio artistico a rotelle), Tanya Gervasi (modella e food blogger).

Gli Ambasciatori protagonisti di protagonisti di questo viaggio provengono da ogni angolo del Belpaese, sono Domenico Boccuzzi di Sapore Perfetto (Conversano-Bari), che ha scelto il prosciutto cotto; Vittorio Borgia di Bioesserì (Milano) con il prosciutto
crudo; Pasquale Caliri di Marina del Nettuno Yachting Club (Messina) con il culatello; Giuseppe Carrus di Cucina.eat (Cagliari) con la bresaola; Francesca Ciucci, La Ciambella Bar à Vin con Cucina (Roma) con il cotechino; Stefano D’Onghia di Botteghe Antiche (Putignano-Bari) con la pancetta; Andrea Graziano di FUD (Catania) con la coppa; Luca Marchini, L’erba del Re (Modena) con la mortadella; Massimiliano Prete di Sesto gusto (Torino) con il culatello; Marina Ravarotto del Ristorante
ChiaroScuro (Cagliari)
 con il lardo.

Per la frutta i più hanno individuato nella mela il frutto più adatto per l’abbinamento con i salumi, nelle sue versioni più originali, dal chutney al sorbetto, dal toppin alla vinaigrette, fino al frutto al naturale.


Al via la VII Settimana della Cucina Italiana nel Mondo, 14-20 novembre

Marocco, Sudafrica, Algeria, Libano, Turchia, Cipro e ancora Spagna, Svizzera, Polonia, Olanda, Danimarca, Romania, Moldavia ma anche India, Uruguay, Venezuela, Canada, Georgia e Florida. Anche quest’anno, a novembre, gli Ambasciatori del Gusto hanno portato la cultura della cucina italiana di qualità in tutto il mondo diventando protagonisti di una straordinaria rete di eventi internazionali.

L’incredibile palinsesto di attività è stato realizzato grazie alla pluriennale collaborazione tra le numerose Ambasciate Italiane dislocate nei vari Paesi e la nostra Associazione riconosciuta un punto di riferimento assoluto per la Settimana della Cucina Italiana nel Mondo. 

Questo ha permesso la creazione di oltre cinquanta eventi, tra cui masterclass formative, eventi istituzionali, cene a più mani, tavole rotonde, incontri con la stampa e gli stakeholder duranti i quali gli Ambasciatori del Gusto sono stati i portavoce di un racconto interamente dedicato all’unicità dell’enogastronomia italiana.  

Un ringraziamento va a Mariella e Alfonso Caputo, Lorenzo Cantoni, Giacomo Devoto, Luca Mastromattei, Paulo Airaudo, Richard Abou Zaki, Pierpaolo Ferracuti, Antonia Klugmann, Franco Pepe, Cesare Battisti, Gianni Tarabini, Claudio Chinali, Gisella Vandoni, Eugenio Boer, Roberto Costagliola, Giovanni Peggi, Federico Ferrari, Eleonora Andriolo, Cristina Bowerman, Carlo Cracco e Rosario Di Donna che hanno resto questo viaggio una preziosa occasione di promozione e valorizzazione dell’intero mondo della cucina italiana. E ai partner Grana Padano, Pastificio Dei Campi e Riso Buono che li hanno accompagnati confermando un legame profondo e una sinergia che non ha confini. 


Convegno ADG 2022: La Cena di Gala e il pranzo in Sicilia

Due giorni all’insegna del sorriso e della condivisione quelli del Congresso Annuale dell’Associazione Italiana Ambasciatori del Gusto in Sicilia il 7 e 8 novembre.

Dopo il convegno del 7 novembre, tenutosi al Palazzo dei Congressi di Taormina, l’Hotel Villa Diodoro ha ospitato la Cena di Gala.

La serata è stata un’occasione di allegria e aggregazione per gli ospiti e gli Associati, un momento di scambio e aggregazione.

Protagonisti gli Ambasciatori del Gusto Martina Caruso, Rosario Umbriaco, Luca Miuccio, Vittorio e Saverio Borgia e Vincenzo Tiri, che hanno deliziato i palati dei commensali omaggiando la Sicilia con i loro piatti.

Ma non è finita qui. Nella splendida cornice Siciliana, martedì 8 novembre gli Ambasciatori del Gusto sono stati ospiti del ristorante Marina del Nettuno di Pasquale Caliri per un pranzo all’insegna della convivialità.

Un’accoglienza indimenticabile grazie ai piatti del padrone di casa e degli Associati siciliani Andrea Graziano, Lillo Freni, Rosario Umbriaco, Francesco Arena, che ci hanno deliziati con le loro specialità.

In una splendida giornata di sole lo stretto di Messina ha fatto da sfondo ad un bellissimo pranzo e tanta allegria.


Convegno Annuale ADG 2022: Il congresso del 7 Novembre a Taormina

Si è concluso mercoledì 8 novembre il Congresso annuale dell’Associazione Italiana Ambasciatori del Gusto 2022 in Sicilia. I due giorni di incontri e condivisione sono stati inaugurati dal convegno di lunedì 7 novembre, ospitato dal Palazzo dei Congressi nella splendida Taormina.

I relatori Enrico Bartolini, Elisabetta Moro, Ilaria Puddu, Aya Yamamoto, Stefano Pregel, Paola Sarco e Vittorio Borgia, introdotti dal presidente Alessandro Gilmozzi e moderati dal direttore generale Gianluca De Cristofaro, hanno calcato il palco per discutere di innovazione, territorio, sostenibilità, persone.
La Ristorazione Sostenibile. Modelli di innovazione: ma come hai fatto?” è stato il tema centrale del dibattito, animato dalle domande degli studenti e del pubblico.

L’iniziativa ha ricevuto il Patrocinio del Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali (Mipaaf), della Regione Sicilia, di VisitME Messina, di Unioncamere Sicilia e della Camera di Commercio di Messina.
Presenti Mario Bolognari, Sindaco di Taormina, e Federico Basile, Sindaco di Messina, dove si era svolta la prima giornata di lavori lo scorso 26 settembre.


CONVEGNO DEGLI AMBASCIATORI DEL GUSTO: Cena di Gala il 7 Novembre a Taormina

Il Convegno nazionale ADG approda in Sicilia il 7 e 8 novembre. Per l’occasione, l’Associazione Italiana Ambasciatori del Gusto organizzerà una cena di gala lunedì 7 novembre alle ore 20:00 presso l’Hotel Villa Diodoro di Taormina. La serata sarà riservata e su invito e vedrà in cucina gli Ambasciatori del Gusto Martina Caruso, Luca Miuccio, Rosario Umbriaco, Vittorio e Saverio Borgia, Vincenzo Tiri. Martina Caruso, Chef Patron all’hotel Signum, aprirà la cena con un piatto che gioca sulle consistenze: un fagottino di polpo, nduja patate e olive. Il secondo piatto protagonista sarà di Luca Miuccio, Executive Chef al Grand Hotel San Pietro di Taormina, che renderà omaggio alla sua terra con una ricciola alla brace di mandorlo, succo di pomodoro “siccaghiu”, cipollotto fermentato e maionese di caprino girgentano all’origano. Successivamente, nella splendida cornice siciliana, l’Ambasciatore del Gusto Rosario Umbriaco, delizierà i palati dei commensali con due versioni di arancini. Vittorio e Saverio Borgia, del ristorante Bioesserì, prepareranno poi un cannolo di mais con guacamole e gambero rosso di Mazara, un mix tra tradizione e innovazione, nel completo rispetto della sostenibilità. Dulcis in fundo, l’Associato Vincenzo Tiri presenterà un dolce nome Assoluto Siciliano, un cannolo accompagnato da un crumble di panettone e gelato.


CONVEGNO DEGLI AMBASCIATORI DEL GUSTO: 7-8 NOVEMBRE A TAORMINA

Dopo due anni di arresto forzato, il Convegno nazionale dell’Associazione Italiana Ambasciatori del Gusto approda in Sicilia il 7 e 8 novembre. La Ristorazione Sostenibile: ma come hai fatto? Questo il tema del Convegno in programma lunedì 7 novembre nella splendida Taormina. Un momento di incontro che riunisce gli Associati provenienti dall’Italia e dall’estero e che rappresenta una speciale occasione per fare il punto sullo scenario attuale del comparto andando a delineare le possibili linee guida del suo futuro. Con due imprescindibili macro-focus dettati dall’attualità: la gestione del personale e la necessità di innovare.

A partire dalle ore 16 del 7 novembre – introdotti dal Presidente degli Ambasciatori del Gusto Alessandro Gilmozzi – calcheranno il palco del Palazzetto dei Congressi cuochi, imprenditori, manager e docenti  universitari: un melting-pot di professionalità di cui AdG è da sempre un privilegiato portavoce nazionale, che ben spiega la complessità del settore e la necessità, oggi quanto mai urgente, di adottare per la sua trattazione un approccio multidisciplinare. Una prospettiva differente che partendo dallo stato di fatto, ovvero da uno scenario socio-economico e occupazionale che non può – e forse non potrà più – combaciare con quello pre-pandemico esplora “cosa”, e “come”, è possibile fare per superare con successo e soddisfazione questa nuova sfida epocale che la ristorazione ha di fronte.

Ad aprire gli interventi sarà l’Ambasciatore del Gusto e Chef-Patron Enrico Bartolini che renderà omaggio al talento e al territorio, le due cifre distintive della sua visione. Il tema del personale sarà esplorato a tutto tondo: da un punto di vista manageriale, grazie alle testimonianze personali dell’Ambasciatrice del Gusto e manager Ilaria Puddu e di Aya Yamamoto, , sotto l’aspetto sociologico grazie alla riflessione sul gap intergenerazionale proposta dall’Ambasciatrice del Gusto e Professoressa di antropologia Elisabetta Moro, e con una visione tecnico-operativa grazie allo scenario delineato dall’esperto vertical leader ho.re.ca. di  ManpowerGroup, Stefano Pregel. L’Ambasciatore del Gusto e imprenditore Vittorio Borgia porterà sul palco una riflessione sui vantaggi chela digitalizzazione offre alle aziende della ristorazione condividendo la sua esperienza di innovatore in tema di cashless. Infine, a ulteriore conferma della capacità di AdG di fare squadra e dialogare con i massimi esponenti del settore, al Convegno interverrà Paola Sarco, Exhibitions manager di TUTTOFOOD Fiera Milano che proprio insieme al Presidente AdG Alessandro Gilmozzi annuncerà un importante nuovo progetto.

INFO UTILI
Convegno annuale dell’Associazione Italiana Ambasciatori del Gusto, 7 novembre 2022 / ore 16.00 / Palazzo dei Congressi di Taormina. Partecipazione gratuita e garantita fino ad esaurimento posti.
Per i media è possibile richiedere un accredito in sala specificando l’eventuale presenza di operatori video e fotografi.  Qualsiasi richiesta deve essere inviata via mail a press@ambasciatoridelgusto.it


IL CONVEGNO ADG 2022 IN SICILIA: ANTEPRIMA A MESSINA, DEDICATA AGLI STUDENTI

Il 7 e 8 novembre, l’Associazione Italiana Ambasciatori del Gusto si riunirà in Sicilia per il Convegno Annuale 2022.

L’anteprima si è svolta ieri, a Messina, nell’aula magna della Fondazione ITS Albatros durante una mattinata interamente dedicata al tema della ristorazione sostenibile e della valorizzazione più autentica del capitale umano, nuove generazioni in primis.

All’incontro, introdotto dalla Presidente dell’ITS Albatros Alessandra Sidoti e moderato dal responsabile tecnico scientifico degli Ambasciatori Del Gusto Gianluca De Cristofaro, sono intervenuti il Presidente dell’Associazione Alessandro Gilmozzi con gli Ambasciatori del Gusto Corrado Assenza e Pasquale Caliri che hanno confermato quanto sia necessario investire sulla formazione dei giovani, stimolando contestualmente quel cambio di passo culturale legato al mondo del lavoro.

Serve impegno, sicuramente non può non esserci il sacrificio, ma alla base deve essere sempre il fuoco della passione a far muovere tutto. Imparare a farsi delle domande è fondamentale, così come avere una visione consapevole del proprio ruolo” hanno spiegato rivolgendosi agli studenti presenti in aula, invitandoli anche a pensare come saranno loro, domani, a diventare i portavoce della cucina italiana di qualità. Un patrimonio mondiale che non può andare perso.

A loro hanno fatto eco gli enti e le istituzioni locali, intervenuti per l’occasione:  “Ci auguriamo che questo sia il primo passo di un lungo e sinergico cammino che restituisca anche valore al territorio, rendendo Messina una città del Gusto” ha commentato il Sindaco Federico Basile lasciando la parola a Ivo Blandina che in qualità di Presidente della Camera di Commercio ha sottolineato “Eventi come questo raccontano un tessuto produttivo che ha elementi e requisiti di grande professionalità e di grande qualità. E soprattutto di grande rispetto per il territorio. Dall’altra parte sappiamo che uno dei problemi di questo settore è proprio la mancanza di nuove leve con una formazione di base significativa. Dobbiamo sostenere e investire nei giovani”.

Al termine il Presidente Alessandro Gilmozzi, a conferma del grande impegno che da sempre lega l’Associazione alla formazione dei giovani – grande il successo registrato dal progetto Fare Formazioni Digital Weeks in collaborazione con Mipaaf e Renaia –  ha tenuto un workshop di cucina intitolato “Dalle Dolomiti alla Sicilia, l’importanza di un viaggio” presentando agli studenti il piatto con cui conquistò la stella Michelin nel 2006, un’idea vincente nata proprio dopo un viaggio in Sicilia (nome del piatto: “Tartare di cervo, riccio di mare, pistacchio di Bronte”).

Alla giornata hanno partecipato anche gli Ambasciatori del Gusto Francesco Arena, Lillo Freni, Luca Miuccio e Rosario Umbriaco: insieme hanno dato appuntamento al prossimo 7 e 8 novembre per una due giorni interamente firmata “AdG” in programma tra Taormina e Messina.


Vittorio e Saverio Borgia e la scelta cashless delle pasticcerie "Baunilla"

La catena di pasticcerie Baunilla di Vittorio e Saverio Borgia è presente sul territorio milanese dal 2017 e conta quattro sedi con altre due in apertura. Alcuni giorni fa la pasticceria ha annunciato su tutti i canali social una grande svolta imprenditoriale: diventerà completamente cashless.

È infatti già da qualche giorno che in tutti i locali Baunilla è stato eliminato definitivamente il contante a favore dei pagamenti elettronici quali bancomat, carte di credito o app di pagamento come Satispay. Questa digitalizzazione dei pagamenti segna un traguardo importante per Vittorio Borgia, CEO di Baunilla e del gruppo di ristoranti biologici Bioesserì, che da sempre si dimostra aperto al cambiamento e all’innovazione.

“L’abolizione dei pagamenti in contante nelle nostre pasticcerie è un primo passo verso la completa digitalizzazione del brand e siamo fieri di essere il primo gruppo, nell’ambito della ristorazione, ad aver fatto questa scelta” afferma Borgia, sostenendo che questa novità “permetterà di garantire sempre maggiore efficienza, sicurezza, trasparenza e velocità ai nostri clienti”.

Da oggi, nei punti vendita Baunilla, sarà dunque possibile pagare tutto tramite carta o smartphone, dalla colazione con cappuccino e brioche, alle torte monoporzioni e mignon.
Se per molti questa scelta imprenditoriale rappresenta una svolta innovativa indirizzata al progresso, oltre che una garanzia di efficienza, sicurezza ed igiene, per altri, invece, diventa un’imposizione e viene vista come una limitazione alla libertà di scelta del cliente.

Ciò ha reso la pasticceria oggetto di molti commenti positivi negli ultimi giorni, ma anche di critiche, attacchi a cui, però, il CEO reagisce con serenità, dichiarandosi convinto della propria scelta e della soddisfazione dei consumatori, che da sempre è l’obiettivo principale del brand.


La grande cucina brilla al Nations Award di Taormina

Gli Ambasciatori Del Gusto protagonisti di menù d’eccellenza per i grandi volti del cinema.

Uova affogate nella ricotta di pecora, alalunga con insalata d’arancia e finocchietto, focaccia alla norma e caponata, un concentrato di sicilianità ha travolto le tavole degli ospiti della sedicesima edizione del Nations Awards in svolgimento a Taormina dal 15 Luglio scorso.

Special guest tra i vip del cinema internazionale gli Ambasciatori del Gusto: Gli chef Pasquale Caliri e Luca Miuccio, il pasticcere Lillo Freni ed il fornaio Francesco Arena.
Gli appuntamenti culinari tra il Metropole ed il San Pietro hanno visto in tavola i prodotti dell’isola coniugati in ricette tra creatività e tradizione.

Un uovo pochè immenso in una spuma di ricotta di pecora montata con l’acqua di mare, dello spezzato di grano e una finitura di caviale il piatto con il quale lo chef Caliri ha conquistato gli ospiti della manifestazione.

Tanta Sicilia nella focaccia alla norma e nei panini impastati all’Aperol e ripieni di caponatina siciliana nella proposta del maestro panificatore Francesco Arena.
Ed ancora Ombrina affumicata alla pigna con acciughe e clorofilla di prezzemolo, e Alalunga con insalata d’arancia e finocchietto le proposte gourmet di Luca Miuccio, Ambasciatore Del Gusto di recente nomina.

Non poteva mancare il golosissimo “assalto” al buffet del pasticcere Lillo Freni che ha sedotto le star del cinema ed i partecipanti all’esclusivo evento con Cannoli, cassate, “Nzuddi” e Piparelli.
L’evento, conclusosi ieri sera al Teatro Antico di Taormina, ha visto sfilare sul red carpet volti noti del cinema Italiano ed Internazionale.

Nell’edizione di quest’anno il curatore della rassegna Michael Curatolo, ha voluto, ancora una volta, arricchire la manifestazione con le nostre eccellenze culinarie che rappresentano la nostra cucina in Italia e nel mondo.


#FareRete, realizzato il fondo da 56 mln per la ristorazione

Ieri la firma del decreto da parte del Ministro Stefano Patuanelli. Soddisfazione da parte delle Associazioni #FareRete: il lavoro sinergico al Tavolo della Gastronomia registra un altro risultato concreto a favore del settore.

Il Tavolo della Gastronomia registra un altro importante e concreto risultato: 56 milioni di euro a sostegno delle eccellenze gastronomiche e agroalimentari. Le Associazioni di #FareRete – movimento nato spontaneamente con lo scopo di rappresentare con maggior forza la ristorazione italiana di qualità – esprimono soddisfazione per la firma del decreto da parte del Ministro delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali Stefano Patuanelli.

Quello di oggi è un importante traguardo” commenta Carlo Cracco, Ambasciatore del Gusto impegnato fin dai primi incontri al Tavolo della Gastronomia, “Dimostra ancora una volta che siamo capaci di poter avanzare istanze concrete e strutturate. In questo modo la politica ci ascolta e si pone sullo stesso piano”.

Un impegno notevole per una sfida mai affrontata prima” conferma Gian Luca De Cristofaro, direttore tecnico scientifico dell’Associazione Italiana Ambasciatori del Gusto e coordinatore di #FareRete “Una parte importante della ristorazione italiana si è dimostrata unita e coesa: visione e metodo che hanno portato a risultati fino a poco tempo fa incredibili, ora sotto gli occhi di tutti. Tutto questo dimostra che si può fare”.

Leggi il Comunicato stampa